Con il modello circolare gli impianti avicoli aumentano i profitti

Nella catena che va dagli allevamenti al piatto dei consumatori, il settore avicolo possiede numerose risorse che, se opportunamente considerate ed utilizzate possono comportare una serie di vantaggi, non solo offrendo la possibilità di aumentare i redditi, ma anche contribuendo a rendere la produzione più sostenibile.

Per fronteggiare una domanda di carne di pollame in aumento, il settore avicolo potrebbe avere bisogno di analizzare con più attenzione il modo in cui vengono utilizzate determinate risorse, soprattutto a fronte di possibili restrizioni normative o di disponibilità.

Il settore della trasformazione della carne di pollame, come la maggior parte delle altre industrie, ha tradizionalmente seguito un modello lineare: acquisire, realizzare e smaltire. Tuttavia, il settore tende sempre più ad adottare un approccio circolare che prevede progettazione, manutenzione, riparazione, riutilizzo, rigenerazione, ristrutturazione e riciclaggio. Ma se consideriamo la vastità delle risorse necessarie, quelle di qualsiasi azienda vanno oltre quelle meramente fisiche.

E’ possibile semplificare il cosiddetto modello economico circolare prendendo in considerazione un gruppo di animali che viene soppresso e seppellito in azienda: in questo caso non esiste solo lo sforzo necessario a scavare e riempire i fossati, ma anche il rischio di contaminazione. Se invece si procedesse con un rendering e i capi eliminati venissero trasformati per la successiva inclusione nei mangime, non solo sarebbe possibile rimuovere il rischio di contaminazione del suolo o dell’acqua, ma allo stesso tempo creare un potenziale flusso di reddito.

Allo stesso modo, invece di abbandonare le attrezzature di elaborazione non più utilizzate all’interno dell’impianto di trasformazione, sarebbe possibile venderle ad un’azienda più piccola portando il doppio vantaggio di non perdere tutte le spese originariamente realizzate, e aiutando l’industria avicola nel suo complesso. Quando è necessario investire in nuove attrezzature, vale la pena considerare se è possibile prevedere una integrazione dell’impianto. Gran parte delle attrezzature utilizzate negli impianti di trasformazione avicoli sono in acciaio inossidabile, e quindi resistenti e durature. Molti dei loro elementi, inoltre, sono stati progettati in modo da poter essere estesi e integrati per far fronte a volumi più elevati. Da questo punto di vista il rimodellamento dell’apparecchiatura non è solo più conveniente rispetto alla sostituzione completa, ma anche più sostenibile.

Anche i più efficienti impianti di trasformazione producono rifiuti. Ma piuttosto che smaltire le materie plastiche, le tavole e gli oggetti tradizionalmente considerati senza valore, ci sono modi per riciclarli, e trasformarli in veri e propri prodotti da utilizzare e/o rivendere. Un altro approccio per evitare i rifiuti sarebbe, per esempio, catturare il calore generato dai server del computer per scaldare l’acqua o asciugare gli abiti.

Alcune aziende avicole inglobano tutte le catene produttive, dall’allevamento alla vendita, ma altre forniscono semplicemente la carne. I trasformatori avicoli possono tuttavia sfruttare il valore che viene solitamente aggiunto ai prodotti sottoposti a lavorazione. Sia che immettano sul mercato avicoli interi, tagli o prodotti ad alto valore di servizio, esiste una gran varietà di formati che i trasformatori potrebbero produrre e sicuramente esistono nuove tipologie di prodotto da sviluppare. Allo stesso modo, le soluzioni innovative dell’imballaggio possono rappresentare un altro modo in cui aumentare il valore del prodotto trasformato.

In ogni caso, non è solo la fornitura di prodotti a rappresentare un vantaggio. Rapporti più stretti e trasparenti con i consumatori possono essere la chiave di volta a lungo termine per il successo della propria azienda. E’ infatti sempre più importante che l’industria avicola comunichi con i consumatori soprattutto su temi come la tracciabilità, gli ingredienti utilizzati nei mangimi e per sovvertire qualsiasi falsa notizia che causi preoccupazione e che possa influenzare le vendite. Inoltre aumentare la conoscenza dei consumatori nei confronti dell’industria non causa alcun tipo di danno. E’ una politica ben diversa dal semplice aumento dei prezzi, ma incoraggia i consumatori a considerare il pollo come un alimento sempre più speciale e apprezzato.

Data la crescente velocità con cui le imprese stanno cambiando in tutto il mondo, ogni modello di business deve essere innovativo e creativo e i piani aziendali tradizionali, seppur dettagliati e approfonditi, possono rivelarsi inflessibili e statici. L’adozione di un “modello” piuttosto che un piano può essere la soluzione più adatta.

Un esempio da parte dell’industria viene da parte dei produttori di cemento, che tradizionalmente hanno venduto il loro prodotto in sacchetti o in alte quantità per la costruzione di edifici, ponti e autostrade. Alcuni produttori di cemento, tuttavia, hanno recentemente creato società di costruzione, il che significa che vendono ancora cemento, ma già trasformate in edifici, prodotti quindi di valore superiore. Un approccio simile per i trasformatori avicoli sarebbe allontanarsi dalla vendita ai grossisti e avvicinarsi direttamente ai consumatori.

Promuovere squadre di lavoro intelligenti e proattive, in cui i dipendenti sono incoraggiati a essere creativi e innovativi, può rappresentare una nuova politica aziendale. Ascoltare e agire seguendo le indicazioni provenienti direttamente dal personale permette di risparmiare sui costi e aumentare i rendimenti. In questo caso è direttamente il personale dell’impianto di trasformazione a garantire il successo del piano e sarà maggiormente motivato.

I lavoratori devono essere convinti di ciò che fanno, ed è utile che siano riconosciuti i loro sforzi: premi e altre forme di riconoscimento possono contribuire a garantire che i dipendenti lavorino insieme e siano motivati a garantire il raggiungimento dei diversi obiettivi.
Ascoltare il proprio personale non solo permette di individuare dove è possibile migliorare, ma è un vero e proprio incoraggiamento ad un coinvolgimento diretto. Promuovendo uno spirito di squadra e incoraggiando tutti coloro che sono coinvolti, dall’allevamento alla macellazione, fino alla distribuzione, potrebbe rappresentare una diversa opportunità per apportare miglioramenti a tutta la linea produttiva.

Fonte WattAgNet