FOOD 2030: un’innovativa ricerca dell’UE garantisce che il sistema alimentare sia pronto per il futuro

La produzione e il consumo di cibo in Europa svolgeranno un ruolo decisivo per garantire la sicurezza alimentare e nutrizionale a dispetto dei diversi impatti esercitati da cambiamenti climatici, carenza delle risorse, degrado del suolo, declino della biodiversità, denutrizione e sovralimentazione, crescita della popolazione e instabilità geopolitica. La salvaguardia della sicurezza alimentare e nutrizionale nel lungo periodo richiederà la trasformazione del sistema e la futura verifica dei nostri odierni sistemi alimentari, che al momento sono perlopiù lineari, frammentati e di difficile sostenibilità.

La Commissione europea punta ad affrontare la sfida della sicurezza alimentare e nutrizionale con politiche di ricerca e innovazione (R.I.) progettate per rendere i nostri sistemi alimentari a prova di futuro, in modo che possano diventare più sostenibili, resilienti, responsabili, inclusivi, diversi e competitivi. Questo approccio sistemico per collegare, estendere e promuovere la R.I. alimentare dell’UE viene definito come FOOD 2030 e fornirà soluzioni a quattro situazioni prioritarie del sistema alimentare nel suo complesso: nutrizione per diete sostenibili e sane, resilienza del clima e sostenibilità ambientale, circolarità ed efficienza delle risorse e, infine, innovazione e responsabilizzazione delle comunità.

Uno specifico Cordis Results Pack si è concentrato su nuovi approcci che contribuiscono a trovare soluzioni volte ad affrontare le quattro priorità di FOOD 2030 presentando 13 ambiziosi progetti di ricerca dell’UE all’avanguardia finanziati nell’ambito del 7° PQ dell’UE e programmi di ricerca di Orizzonte 2020 rilevanti per la trasformazione del sistema alimentare.

Per esempio: Flourish ha sviluppato robot operanti sul terreno e in aria destinati a incrementare il rendimento dell’agricoltura, ridurre l’utilizzo di pesticidi e mitigare la sicurezza alimentare, migliorando di conseguenza la sostenibilità; Infarm ha contribuito all’agricoltura sostenibile riducendo l’impronta ambientale delle piante; Healtyminorcereals ha contribuito alla resilienza climatica prendendo in esame varietà di cereali minori per una resistenza allo stress biotico e abiotico: Foodintegrity incoraggia la trasparenza alimentare al fine di ridurre al minimo le frodi alimentari e garantire una filiera alimentare responsabile. Prohealth promuove la responsabilità riducendo le malattie in maiali e pollame, Depurgan favorisce una gestione del letame rispettosa dell’ambiente; FoodSmart rinvia a un’ampia gamma di tecnologie, approcci e modelli di business e ha creato una nuova app mobile per aiutare i consumatori a effettuare scelte nutrizionali più sane.

Fonte Cordis