Fondi britannici per combattere le malattie avicole in Asia

Il Biotechnology and Biological Sciences Research Council, che comprende i principali ricercatori in bioscienze del Regno Unito insieme ad team di ricerca dii Cina, Thailandia e Filippine, hanno messo a disposizione circa 7 milioni di sterline per finanziare 11 progetti finalizzati a combattere malattie avicole e suinicole in Asia.

Il fondo è composto dalla National Natural Science Foundation della Cina, dal Programma per la biotecnologia agricola e dall’Ufficio per la ricerca agricola del Dipartimento dell’agricoltura delle Filippine, dall’Agenzia nazionale per lo sviluppo delle scienze e della tecnologia della Thailandia.

I finanziamenti arrivano proprio quando la peste suina sta provocando numerosi danni in tutta l’Asia, in particolare la Cina, e l’influenza aviaria e il Campylobacter continuano a rappresentare una minaccia significativa per tutto il settore avicolo asiatico.

La professoressa Melanie Welham, presidente esecutivo del BBSRC, ha affermato che “il lancio di questi progetti congiunti, che coincide con un’allarmante epidemia di peste suina in Cina, dimostra la leadership britannica e quanto sia importante la collaborazione con Cina, Filippine e Tailandia: si tratta di partnership scientifiche multilaterali nei mercati emergenti dove la richiesta di carne suina e di pollame a prezzi accessibili sta registrando aumenti record”.

Tra le finalità dei progetti destinati al settore avicolo:

  • la comprensione della diversità antigenica, del potenziale zoonotico e della prevenzione immunologica del virus dell’influenza aviaria (The Pirbright Institute-Regno Unito / Cina);
  • lo studio di una piattaforma diagnostica molecolare portatile a basso costo per il rilevamento rapido di agenti patogeni avicoli (Brunel University-Regno Unito/Filippine);
  • il Programma sulla biosicurezza del pollame per Salmonella, E.Coli e Campylobacter (Università di Cardiff -Regno Unito/Cina/Tailandia/Regno Unito):
  • lo sviluppo di vaccini vivi attenuati per la malattia di Newcastle (St George’s University di Londra-Regno Unito/Thailandia)
  • lo sviluppo di un additivo alimentare fagico con l’obiettivo di controllare la Salmonella su suini e pollame (Università di Leicester-Regno Unito/Thailandia)
  • l’utilizzo della genomica per tracciare la trasmissione della Salmonella e la resistenza antimicrobica (AMR) nelle catene alimentari avicole e suinicole nelle Filippine (London School of Hygiene and Tropical Medicine-Regno Unito/Filippine)
  • la definizione di diagnosi rapide e strategie di controllo per i patogeni batterici enterici presenti negli allevamenti avicoli, da cortile o commerciali, in Thailandia e nelle Filippine (Università di Liverpool-Regno Unito/Thailandia/Filippine)

Fonte Poultry World