Suini

L’allevamento del maiale è antichissimo, e si suppone che la domesticazione sia avvenuta in Cina nel 5.000 a.C.

Il maiale è sempre stato di vitale importanza nel sistema alimentare dell’uomo, anche grazie alla sua integrale utilizzazione.

Alla nascita il lattonzolo pesa da uno a due chili. A seconda dello scopo per il quale vengono allevati gli animali, i maiali si dividono in suino leggero e suino pesante. Il primo viene macellato intorno ai 100-110 kg di peso vivo, il secondo intorno ai 160 kg. L’allevamento del suino pesante è una realtà specificatamente italiana.

Una volta che i maiali hanno raggiunto un peso commercialmente utile, o come nel caso delle scrofe si è esaurita la loro durata economica, gli animali vengono inviati all’impianto di macellazione.

Il patrimonio suinicolo italiano è di circa 9 milioni di capi, di cui circa l’85% concentrato nella Pianura Padana.

Il consumo medio pro capite di carne di maiale in Italia è di circa 40 kg., con una tendenza abbastanza stabile negli ultimi dieci anni.