FEFANA pubblica un codice di condotta sulle indicazioni per additivi e premiscele per mangimi

FEFANA ha pubblicato il suo “EU Code of practice on voluntary labelling particulars (claims) for feed additives and premixtures.

Le indicazioni in etichetta sugli additivi e sulle premiscele per mangimi sono una pratica comune nel settore mangimistico, ma non sono menzionate nel regolamento (CE) n. 1831/2003 sugli additivi destinati all’alimentazione animale.

Al fine di promuovere un approccio comune tra gli operatori del settore dei mangimi (FBO), FEFANA ha quindi deciso di sviluppare un proprio codice, che possa essere riconosciuto dalle autorità, e che contribuisca alla trasparenza e alla concorrenza leale.

Al fine di garantire l’allineamento lungo la filiera europea, FEFANA ha tenuto conto dei principali codici già in uso; in particolare il “Codice di buone pratiche per l’etichettatura dei mangimi composti per animali destinati alla produzione di alimenti“, sviluppato congiuntamente da FEFAC e Copa-Cogeca, e il “Codice di buone pratiche di etichettatura per alimenti per animali domestici” sviluppato dalla FEDIAF. In maniera complementare rispetto a questi due documenti, il codice FEFANA intende migliorare l’adeguatezza dell’etichettatura e raggiungere un’intesa comune in merito alle norme applicabili all’etichettatura volontaria degli additivi e delle premiscele per mangimi.

Gerritjan van der Ven, presidente di FEFANA, sottolinea che “il Codice di condotta dell’Unione europea illustra le migliori pratiche del settore per la gestione delle indicazioni di etichettatura volontaria per additivi e premiscele, al fine di ottenere informazioni chiare e armonizzate. FEFANA promuove la sua applicazione in tutto il settore per contribuire a un mercato trasparente e una parità di condizioni per l’intera catena di approvvigionamento“.

Fonte Fefana