EFSA e BfR insieme per la sicurezza alimentare mondiale

Nel quadro di un nuovo partenariato di finanziamento, sottoscritto tra l’EFSA e l’Istituto Federale per la valuzione del rischio della Germania  (BfR – Bundesinstitut für Risikobewertung), nel caso di incidenti relativi alla sicurezza alimentare saranno impiegati strumenti per il tracciamento a monte e la modellizzazione predittiva sviluppati da alcune équipe scientifiche del BfR. L’accordo quadro, sottoscritto nei giorni scorsi, concede contributi fino a 1,2 milioni di euro e, grazie a esso, le due agenzie potranno beneficiare delle reciproche attività di ricerca, evitando la sovrapposizione di futuri programmi di lavoro.

Lo strumento software del BfR, chiamato “Food Chain Lab”, ha permesso di risalire, insieme all’EFSA, a focolai epidemici in Germania e a livello europeo. Grazie a questo nuovo accordo, il BFR potrà mettere il software a disposizione degli altri Stati membri dell’UE per future indagini su eventuali focolai epidemici. L’esperienza acquisita con questo strumento confluirà in un nuovo documento orientativo dell’EFSA relativo alla tracciabilità a monte e a valle degli incidenti che potrebbero verificarsi nella catena alimentare umana o animale.

Un nuovo linguaggio di programmazione sviluppato dal BfR per la modellizzazione di tipo predittivo potrà inoltre contribuire a rendere i modelli informatici più facilmente disponibili tramite un’unica, apposita piattaforma EFSA.

Una comune fase di sperimentazione degli approcci adottati dal BfR e dall’EFSA in materia di valutazione delle incertezze contribuirà a definire le sinergie, in vista di un seminario che si terrà nel 2018 allo scopo di condividere i risultati con la comunità dei valutatori del rischio.

Inoltre le due agenzie condivideranno le proprie esperienze nel coordinamento di strategie di comunicazione, rispettivamente nei Länder tedeschi e negli Stati europei,  e i risultati delle loro ricerche sulla percezione del rischio. La formazione in tema di comunicazione in caso di crisi alimentari erogata dall’EFSA agli Stati membri limitrofi verrà sperimentata anche in Germania.

Fonte Efsa