Dopo la Brexit cresce la domanda di uova britanniche

Secondo una ricerca pubblicata in settimana, dopo il referendum a favore dell’uscita del Regno Unito dall’Unione europea, un terzo degli acquirenti britannici sono più propensi a scegliere prodotti alimentari con uova locali.

Lo studio, svolto ad agosto e che ha coinvolto oltre 2.000 acquirenti, ha rilevato che subito dopo il voto a favore della Brexit, gli acquirenti britannici si sono dimostrati sempre più preoccupati dell’origine degli ingredienti presenti nei prodotti alimentari pre-preparati, comprese le uova.

Ian Jones, presidente dei British Lion Egg Producers, ha detto che il messaggio da parte dei consumatori è chiaro: “Vogliono che il cibo che acquistano sia fatto con ingredienti inglesi, specialmente se contiene uova. Dal giorno del referendum, i consumatori sono diventati sempre più preoccupati dell’origine degli ingredienti presenti nei loro cibi elaborati. E ‘importante che sulla confezione dei loro alimenti precotti sia segnalato che sono presenti ingredienti britannici di buona qualità, e che questi alimenti siano prodotti secondo i più alti standard di sicurezza alimentare. Negli ultimi anni, ci sono stati diversi problemi legati alla sicurezza alimentare, dovuti soprattutto a uova e prodotti a base di uova importati”.

Fonte World Poultry