Decreto Mipaaf sull’utilizzo del fondo nazionale contro gli sprechi alimentari

Sulla Gazzetta Ufficiale del 17 febbraio 2017 è stato pubblicato il Decreto del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali del 3 gennaio 2017 contenente le disposizioni generali concernenti le modalità di utilizzo del fondo nazionale contro gli sprechi, in attuazione delle Legge 19 agosto 2016, n. 166.

Tale Fondo è quello istituito dall’art. 11, comma 2, della Legge contro gli sprechi sopracitata. Il Fondo ha una dotazione di 1 milione di euro per ciascuno degli anni 2016-2017-2018 ed è destinato a finanziare progetti innovativi per la riduzione degli sprechi e l’impiego delle eccedenze, con particolare riferimento ai beni alimentari e alla loro destinazione agli indigenti, nonché alla produzione di imballaggi riutilizzabili e facilmente riciclabili e al finanziamento di progetti di servizio civile nazionale.

Il 50% delle risorse complessive disponibili è riservato all’erogazione di contributi tramite selezione pubblica per i progetti citati, mentre la restante parte può essere destinata al finanziamento di campagne di promozione e comunicazione, di giornate di approfondimento e studio, all’implementazione di un “osservatorio sugli sprechi”, nonché per la realizzazione di sondaggi, ricerche e monitoraggi che coinvolgano consumatori e imprese.

La destinazione specifica delle risorse si basa sul programma annuale contro gli sprechi, definito con Decreto direttoriale della Direzione generale delle politiche internazionali e dell’Unione europea del Mipaaf, che deve informare al riguardo il Tavolo per la lotta agli sprechi e per l’assistenza alimentare. Tale Fondo si distingue da quello espressamente previsto per la distribuzione delle derrate alimentari agli indigenti.
Fonte Fedagri