Continua la ricerca per una valida tecnica di sessaggio in ovo

I produttori di uova di tutto il mondo si stanno impegnando per individuare una soluzione commercialmente valida per effettuare il sessaggio a livello di embrione.

Negli Stati Uniti la United Egg Producer si è impegnata ad eliminare l’abbattimento di pulcini maschi di un giorno entro il 2020, o anche prima se saranno individuate soluzioni commercialmente praticabili.

Attualmente sono almeno tre i metodi disponibili sviluppati da altrettanti gruppi in competizione tra loro: l’Università del Delaware; l’Università per la Tecnologia di Dresda con l’Università di Lipsia, in Germania; l’Università di Leiden nei Paesi Bassi.

Un processo utilizza un sistema di visione artificiale, accoppiato con algoritmi informatici che utilizzano la luce, e che permette di determinare il sesso dell’embrione durante le prime 30 ore dell’incubazione. Un’altra tecnica utilizza la spettroscopia ad infrarosso (NIR) per determinare il sesso dell’embrione attraverso un piccolo foro fatto sul guscio dell’uovo. L’ultimo metodo identifica il sesso dell’embrione in incubazione attraverso la spettroscopia di massa. Al momento però non è noto se una di queste tre tecniche potrà diventare commercialmente valida.

La U.S. Poultry & Egg Association ha poi recentemente finanziato due progetti finanziando altrettante università degli Stati Uniti per studiare nuove procedure per l’eutanasia negli incubatoi di pollo e di tacchino al fine di migliorare gli attuali metodi utilizzati, e nel caso, nel prossimo futuro, non sia possibile trovare un adeguato metodo per il sessaggio in ovo.

Fonte WattAgNet