Continua ad aumentare la produzione mondiale di proteine animali

Secondo i dati dell’Animal Protein Outlook di RaboResearch, nel 2018, in tutto il mondo la produzione di proteine animali continuerà a crescere, anche se aumenterà la concorrenza che porterà a nuove opportunità sia per i produttori che per i trasformatori.

Justin Sherrard, analista di Rabobank del settore delle proteine animali, ha affermato che la produzione aumenterà in tutte le regioni del mondo, con una crescita produttiva totale che supera ancora una volta la media decennale. “Questo forte aumento della produzione è trainato principalmente da Brasile, Cina e Stati Uniti“.

Focalizzandosi sul pollame, Sherrard ha spiegato che si prevede un aumento della produzione, ma che sarà leggermente inferiore del 2017. In Brasile aumenterà leggermente mentre in Cina l’offerta di pollame sarà stabile, con una diminuzione del pollo dalle piume bianche a favore di altre specie. Nell’Asia sud-orientale la produzione avicola si ridurrà gradualmente dopo un periodo di eccesso di offerta. Nel Nord America continuerà l’espansione della produzione ma l’accesso ai mercati commerciali rimarrà incerto. Per quanto riguarda l’Unione europea le esportazioni restano in primo piano soprattutto per assorbire l’aumento previsto della produzione; inoltre le questioni sociali rimangono in cima all’agenda dei consumatori europei.

Secondo Rabobank, nel prossimo anno, il commercio rappresenterà un’importante area di opportunità ed incertezza. L’incertezza deriverebbe in particolare dai dubbi legati ai negoziati in corso: NAFTA, Brexit e relazioni commerciali tra Stati Uniti e Cina.

Ma anche i problemi di biosicurezza, soprattutto le misure necessarie a contenere i casi di aviaria nel mondo, potrebbero avere implicazioni di carattere politico.

Il commercio dovrebbe essere un argomento topico per il settore avicolo mondiale, soprattutto in vista di un nuovo anno e della necessità di migliorare la competitività” ha aggiunto Sherrard.

Guardando ad altri fattori che potrebbero dominare il panorama delle proteine animali nel corso del prossimo anno, il rapporto evidenzia il consolidamento del settore, l’evoluzione del panorama retail, la commercializzazione di proteine alternative e la tecnologia.

Ad esempio, è probabile che il settore retail utilizzerà più canali di vendita e offrirà più opzioni di prodotto. Ciò svilupperà nuove opportunità, come le vendite online di prodotti alimentari freschi in Cina e la possibilità di veder nascere fonti di approvvigionamento di proteine animali più forti e più agili.

Allo stesso tempo aumenteranno i prodotti proteici alternativi, che continueranno a catturare l’interesse dei consumatori. Inoltre la tecnologia basata sui dati inizierà a fornire valore lungo tutta la filiera zootecnica facilitando la gestione dei costi della catena.

Fonte Poultry World