Cargill continua ad espandersi nel settore avicolo

La multinazionale Cargill sta continuando ad investire continuando per sviluppare ulteriormente le sue attività avicole in America Latina, estremo oriente e Asia Sud-Orientale.

La società ha infatti annunciato l’acquisizione dell’azienda colombiana Campollo. Questo permetterà a Cargill di ampliare il business delle proteine in America Latina; questa acquisizione segue quelle di società in Costa Rica, Guatemala, Honduras e Nicaragua e Colombia.

Inoltre Cargill sta ampliando i suoi interessi sui mercati thailandesi, e ha previsto un investimento di 70 milioni di dollari nel settore avicolo e dell’acquacoltura. Tutti questi investimenti fanno parte della strategia globale che l’azienda che include l’applicazione della tecnologia nella filiera avicola, e l’espansione di un impianto di pollame cotto a Nakomratchasima, nel nord-est della Thailandia.

Questi investimenti mettono ancora una volta in evidenza l’importanza che il settore avicolo ha per Cargill: attualmente rappresenta l’80% delle attività in Thailandia, con esportazioni in oltre 28 paesi in tutto il mondo.

Dave MacLennan, presidente e CEO di Cargill, ha affermato che investendo in innovazione tecnologica, Cargill intende rendere la sua catena produttiva e distributiva più efficiente e sostenibile possibile.

Infine, Cargill ha annunciato un investimento di 235 milioni di dollari per sviluppare le sue aziende suinicole e avicole nelle Filippine. Il finanziamento guiderà l’espansione delle attività di Cargill nei settori dell’alimentazione e della nutrizione animale e della filiera agricola, incluso il sostegno alla crescita di C-Joy, la joint venture di Cargill con Jollibee Foods Corporation per la trasformazione del pollo per consumo interno.

Fonte World Poultry