Boehringer Ingelheim amplia il settore dei vaccini aviari

Solo sei mesi dopo aver inaugurato la nuova sede del settore per la salute degli animali nel cuore del Biodistretto di Lione-Gerland, Boehringer Ingelheim ha confermato la sua fedeltà alla regione francese annunciando che sta per investire altri 65 milioni di euro nella stessa area.

Il gruppo tedesco ha infatti posato la prima pietra di un edificio di 5.700 metri quadrati a Porte-des-Alpes, vicino Lione. Conosciuto come F2IVE (Formulation and Filling of Inactivated Vaccines Extension), questo importante progetto prevede la costruzione di un edificio a tre piani destinati principalmente per la formulazione e la distribuzione di vaccini aviari.

Con il continuo aumento del consumo di carne di pollame in tutto il mondo, aumenta anche la domanda di vaccini. Ciò significa che il nostro sito di produzione di Lione Priest avrebbe raggiunto la saturazione entro il 2020. Abbiamo dovuto pianificare in anticipo e trovare un ulteriore impianto produttivo“, ha spiegato Erick Lelouche, Presidente di Boehringer Ingelheim Animal Health France.

Il nuovo edificio, che presenta un design ecocompatibile, ospiterà due linee di formulazione, e due di distribuzione. I lavori sono iniziati a marzo e la consegna dei primi lotti avverrà nella primavera del 2020: una serie di vaccini aviari destinati al mercato mondiale, ad eccezione degli Stati Uniti.

Quindici mesi dopo l’acquisizione di Merial (società Sanofi) avvenuta nel gennaio 2017, questo nuovo investimento porterà alla creazione di 42 nuovi posti di lavoro, costituiti principalmente da personale qualificato (responsabili di flusso e manutenzione, tecnici di produzione).
Un investimento come questo conferma l’impegno assunto da Boehringer Ingelheim di mettere la Francia, e Lione in particolare, al centro della sua strategia di crescita nel mercato della salute animale“, ha dichiarato Lelouche.

Fonte WattAgNet