Benessere animale: dalla ricerca alla pratica

Negli allevamenti commerciali l’aggressione tra suini non familiari è uno dei principali problemi di benessere animale: il fenomeno è argomento di studio dagli anni ’70 e continua a mantenere la sua importanza.  I metodi per ridurre l’aggressività dei suini durante la miscelazione sono stati spesso rivisitati ma di fatto non c’è stata una trasposizione pratica delle tecniche e delle tipologie di accasamento. Situazioni simili esistono anche in relazione ad altre questioni.

Una ricerca pubblicata su Applied Animal Behaviour tenta di adottare un nuovo approccio, non solo per rivedere la recente letteratura scientifica in proposito, ma anche per analizzare le prove della loro applicazione nell’industria.  In primo luogo, lo studio ha rivisitato lo stato attuale della ricerca sulla mitigazione dell’aggressività, compresi i recenti sviluppi di maggior successo nel settore riproduttivo, la socializzazione nei primi giorni di vita, l’uso di feromoni e la nutrizione. Le informazioni sono state estratte sia attraverso peer review sia dalla letteratura di settore, al fine di stabilire in che misura queste strategie sono state trasferite dalla ricerca alla pratica. Infine, sono stati definiti i motivi per cui, nonostante la quantità di ricerche sulla riduzione dell’aggressività, di fatto nei sistemi commerciali il fenomeno non si è ridotto.

La scarsa diffusione in termini pratici delle evidenze scientifiche sembra essere dovuta alla scarsa priorità del problema, agli aspetti pratici dell’applicazione, alla mancanza di informazioni sull’efficacia dei costi necessari all’attuazione delle strategie e alla inefficace comunicazione alla comunità agricola dei risultati di ricerca .

Per colmare questa lacuna, la ricerca conclude che l’industria deve essere maggiormente coinvolta nella progettazione di soluzioni pratiche ed è necessario quantificare economicamente la loro efficacia.  Questo approccio dovrebbe essere preso in considerazione anche per altre questioni relative al benessere degli animali. Gli autori raccomandano quindi un migliore allineamento tra i filoni di ricerca e gli interessi dell’industria, al fine di aumentare il successo degli sforzi tesi a migliorare in termini pratici il benessere degli animali.

Fonte appliedanimalbehaviour.com