“Avian influenza. A global threat”

Si terrà mercoledì 4 ottobre, presso la sede del Ministero della Salute, la conferenza “Avian influenza: a global threat“.

Dal 1 gennaio 2017 l’Italia ha la presidenza del G7. La presidenza italiana vuole promuovere la salute globale attraverso l’approccio “One health”, evidenziando l’importanza del contributo della veterinaria alla tutela della salute pubblica.

In questo contesto, la conferenza “Avian influenza: a global threat” focalizza l’attenzione sull’influenza aviaria, una malattia virale che continua a causare danni ingenti negli allevamenti avicoli con implicazioni serie per la salute pubblica. Scienziati ed esperti sono stati invitati a condividere il loro expertise e le loro opinioni in quest’area di ricerca.

In particolare i temi della conferenza sono:

• i meccanismi che permettono al virus dell’influenza aviaria di mutare da bassa patogenicità (LPAI) ad alta patogenicità (HPAI);
• le nuove strategie per la prevenzione e il controllo delle infezioni ad alta patogenicità che hanno origine dagli uccelli selvatici;
• le implicazioni di salute pubblica relative all’interfaccia uomo/animale.

Relatori
Beatrice Lorenzin – Ministro della Salute
Ian Brown – OIE/FAO/EU International Reference Laboratory for Avian Influenza and Newcastle disease – Animal & Plant Health Agency (UK)
Ron Fouchier – Erasmus University Medical Center Rotterdam (NL)
Isabella MonneOIE and National Reference Laboratory for Avian Influenza & Newcastle disease / FAO Reference Centre for Animal Influenza and Newcastle disease – Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie (IT)
Malik PeirisWHO H5 Reference Laboratory – Centre of Influenza Research – School of Public Health – University of Hong Kong (HK)
Matthew StoneDeputy Director General, International Standards and Science, OIE
David SwayneOIE Collaborating Centre on Research on Emerging Avian diseases – Southeast Poultry Research Laboratory, U.S. National Poultry Research Centre, Agricultural Research Service, U.S. Department of Agriculture (USA)
Berhe TekolaAnimal Production and Health Division at FAO
Katelijn VandemaeleGlobal Influenza Programme, WHO
Frank VerdonkEuropean Food Safety Authority