Aviagen acquisce Hubbard Breeders

Lo scorso 31 luglio Aviagen ha firmato un accordo per l’acquisto di Hubbard Breeders, la divisione genetica broiler di Groupe Grimaud. L’accordo tra le due società sarà concluso entro la fine di quest’anno.

Nell’ambito dell’accordo, Hubbard opererà come una filiale interamente controllata da Aviagen Group, sotto la direzione del CEO di Aviagen Jan Henriksen. Rimarrà un’azienda di riproduttori broiler indipendente, con attività di allevamento e commerciali separate, e continuerà ad avere sede in Francia.

Accogliamo Hubbard nella famiglia Aviagen” ha detto Henriksen “La diversità di prodotti genetici e la competenza approfondita nei diversi segmenti della commercializzazione di broiler di Hubbard, contribuiranno notevolmente alle linee di prodotti offerte da Aviagen. Non vediamo l’ora di sfruttare la piena forza del gruppo Aviagen per migliorare ulteriormente la posizione di Hubbard, in veste di importante player nel mercato globale dei riproduttori broiler“.

L’amministratore delegato di Hubbard Olivier Rochard conferma che la stretta collaborazione con Aviagen porterà un grande valore alla base di clienti Hubbard. “Il mio team di gestione ed io siamo lieti di far parte di un’organizzazione di classe mondiale come Aviagen. Non vediamo l’ora di utilizzare i punti di forza di entrambe le organizzazioni, in particolare nei settori della tecnologia, della ricerca e sviluppo, dell’efficienza produttiva e delle capacità di distribuzione. Condividiamo con Aviagen l’obiettivo finale di avanzare continuamente il potenziale genetico dei nostri animali e salvaguardare la sicurezza dell’approvvigionamento nei mercati globali, da cui trarranno profitto i nostri clienti presenti in tutto il mondo“.

Le due società continueranno ad operare e sostenere i propri clienti in modo indipendente, senza interruzione di prodotti e servizi. Allo stesso tempo, i clienti beneficeranno delle migliori pratiche combinate, dell’esperienza e delle conoscenze congiunte, nonché della forte dedizione ai clienti, obiettivo condiviso da entrambe le società.

Fonte WattAgNet