Autorizzati diversi additivi per mangimi destinati a pollame, suini e altre specie animali

Sulla Gazzetta ufficiale europea L 65 dell’8 marzo 2018 è stato pubblicato il Regolamento di esecuzione (UE) 2018/338 della Commissione, del 7 marzo 2018, relativo all’autorizzazione di un preparato di 6-fitasi prodotta da Aspergillus niger (DSM 25770) come additivo per mangimi destinati a polli da ingrasso, pollastre allevate per la produzione di uova, suini da ingrasso, scrofe, specie suine minori da ingrasso o da riproduzione, tacchini da ingrasso, tacchini allevati per la riproduzione, tutte le altre specie avicole (escluse le specie ovaiole) e suinetti svezzati (titolare dell’autorizzazione BASF SE).

E’ stata presentata una domanda di autorizzazione di un preparato di 6-fitasi prodotta da Aspergillus niger (DSM 25770), come additivo per mangimi destinati a polli da ingrasso, pollastre allevate per la produzione di uova, suini da ingrasso, scrofe, specie suine minori da ingrasso o da riproduzione, tacchini da ingrasso, tacchini allevati per la riproduzione, tutte le altre specie avicole destinate all’ingrasso, all’allevamento o alla produzione di uova nonché a suinetti svezzati.

Il richiedente ha chiesto che tale additivo sia classificato nella categoria “additivi zootecnici». In un suo parere del 2017 l’Efsa ha concluso che, alle condizioni d’uso proposte, il preparato di 6-fitasi prodotta da Aspergillus niger (DSM 25770) non ha un’incidenza negativa sulla salute degli animali, sulla salute umana o sull’ambiente e che migliora il rendimento zootecnico e/o l’utilizzo del fosforo nelle specie bersaglio. Non ritiene necessarie prescrizioni specifiche per il monitoraggio successivo all’immissione sul mercato.  Pertanto il preparato specificato nell’allegato del regolamento in esa,e, appartenente alla categoria “additivi zootecnici” e al gruppo funzionale “promotori della digestione”, è autorizzato come additivo nell’alimentazione animale alle condizioni indicate nell’allegato stesso.

Inoltre sulla Gazzetta ufficiale europea L 67 del 9 marzo 2018 è stato pubblicato il Regolamento di esecuzione (UE) 2018/347 della Commissione, del 5 marzo 2018, relativa all’autorizzazione del preparato di Saccharomyces cerevisiae CNCM I-1079 come additivo per mangimi destinati a suinetti e scrofe e modifica i regolamenti (CE) n. 1847/2003 e (CE) n. 2036/2005 (titolare dell’autorizzazione Danstar Ferment AG, rappresentata da Lallemand SAS.

Il preparato di Saccharomyces cerevisiae CNCM I-1079 è stato autorizzato per un periodo illimitato dal regolamento (CE) n. 1847/2003 della Commissione come additivo per mangimi destinati a suinetti, e dal regolamento (CE) n. 2036/2005 della Commissione  come additivo per mangimi destinati a scrofe. Tale additivo è stato iscritto successivamente nel registro degli additivi per mangimi come prodotto esistente. E’ stata presentata una domanda di rivalutazione del preparato di Saccharomyces cerevisiae CNCM I-1079 come additivo per mangimi destinati a scrofe e suinetti. Il richiedente ha chiesto che tale additivo sia classificato nella categoria “additivi zootecnici”.

Nel 2016 l’Efsa ha concluso che, alle condizioni d’uso proposte, il preparato di Saccharomyces cerevisiae CNCM I-1079 non ha un’incidenza negativa sulla salute degli animali, sulla salute umana o sull’ambiente, che l’additivo è efficace per le scrofe, al fine di ottenere benefici per i suinetti lattanti, nonché per i suinetti svezzati, al fine di migliorare notevolmente il rapporto mangime/peso. Pertanto il preparato specificato nell’allegato, appartenente alla categoria “additivi zootecnici” e al gruppo funzionale “stabilizzatori della flora intestinale”, è autorizzato come additivo nell’alimentazione animale alle condizioni indicate nell’allegato stesso. L’articolo 2 e l’allegato II del regolamento (CE) n. 1847/2003 sono soppressi, così come la voce E1703 nell’allegato I del regolamento (CE) n. 2036/2005.

Infine, sulla stessa Gazzetta, è stato pubblicato il Regolamento di esecuzione (UE) 2018/346 della Commissione, del 5 marzo 2018, relativo all’autorizzazione di un preparato di Lactobacillus buchneri NRRL B-50733 come additivo per mangimi destinati a tutte le specie animali.