Autorizzati preparati di lecitine come additivi per mangimi

Sulla Gazzetta ufficiale europea L 333 del 15 dicembre 2017 è stato pubblicato il Regolamento di esecuzione (UE) 2017/2325 della Commissione, del 14 dicembre 2017, relativo all’autorizzazione di preparati di lecitine liquide, lecitine idrolizzate e lecitine disoleate come additivi per mangimi destinati a tutte le specie animali e che modifica il regolamento di esecuzione (UE) 2017/1007.

Le lecitine sono state autorizzate per un periodo illimitato in conformità alla direttiva 70/524/CEE come additivi per mangimi destinati a tutte le specie animali e sono state iscritte successivamente nel registro degli additivi per mangimi come prodotti esistenti.ù

In un suo parere del 2016 l’Efsa ha concluso che, alle condizioni di impiego proposte, i preparati di lecitine, lecitine idrolizzate e lecitine disoleate non hanno effetti dannosi per la salute degli animali, la salute umana o l’ambiente, e che i preparati sono considerati efficaci per l’impiego nei mangimi come emulsionanti. Ritiene che non siano necessarie prescrizioni specifiche per il monitoraggio successivo all’immissione sul mercato. Sono inoltre soddisfatte le condizioni di autorizzazione stabilite all’articolo 5 del regolamento (CE) n. 1831/2003. Si ritiene opportuno armonizzare le caratteristiche delle lecitine, delle lecitine liquide, delle lecitine idrolizzate e delle lecitine disoleate e le condizioni d’impiego al fine di evitare distorsioni di mercato.

Pertanto gli additivi specificati nell’allegato I del regolamento in esame, appartenenti alla categoria “additivi tecnologici” e al gruppo funzionale “emulsionanti”, sono autorizzati come additivi destinati all’alimentazione animale.

L’allegato del regolamento di esecuzione (UE) 2017/1007 è sostituito dall’allegato II del presente regolamento.

Gli additivi specificati nell’allegato I e le premiscele contenenti tali additivi, prodotti ed etichettati prima del 4 luglio 2018 possono continuare a essere immessi sul mercato e usati fino a esaurimento delle scorte esistenti. I mangimi composti e le materie prime per mangimi contenenti gli additivi specificati nell’allegato I, prodotti ed etichettati prima del 4 gennaio 2019 possono continuare a essere immessi sul mercato e usati fino a esaurimento delle scorte esistenti se sono destinati ad animali da produzione alimentare.

I mangimi composti e le materie prime per mangimi contenenti gli additivi specificati nell’allegato I, prodotti ed etichettati prima del 4 gennaio 2020 possono continuare a essere immessi sul mercato e usati fino a esaurimento delle scorte esistenti se sono destinati ad animali non da produzione alimentare.

Il presente regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.