Applegate si impegna a migliorare il benessere animale dei suoi broiler

Applegate, marca leader negli Usa nel settore delle carni biologiche e naturali, intende trasformare la vita dei suoi broiler. Entro il 2024, infatti, intende aumentare i livelli di benessere ed esternizzare la verifica degli standard d’allevamento concedendola a Global Animal Partnership (GAP).

Il benessere degli animali è un campo in continua evoluzione e noi siamo alla continua ricerca di modi per migliorare la vita di tutti gli animali allevati da Applegate. La nostra mission è Changing the Meat We Eat®” ha affermato Steve Lykken, presidente di Applegate. “Ci complimentiamo con GAP che affronta le questioni relative al benessere dei broiler e siamo ansiosi di lavorare con loro, e con le altre organizzazioni di allevatori e fornitori, per garantire che le nuove norme garantiscano una migliore vita possibile ai nostri polli”.

Secondo gli standard di benessere di Applegate i fornitori di broiler devono applicare minori densità di allevamento, programmi di gestione dell’illuminazione e arricchimenti ambientali. Ma entro il 2024, Applegate migliorerà ulteriormente le sue richieste utilizzando razze di broiler con livelli di benessere maggiori scientificamente provati; fornendo ai polli più spazio (densità massima di 6 libbre per piede quadrato) e migliorando ancora ambienti, luci, lettiere e arricchimenti; garantendo che i broiler siano, al momento dell’ingresso nella linea di macellazione, in uno stato di incoscienza attraverso uno stordimento multi-step controllato, procedimento considerato il più umano.

La Società Americana per la Prevenzione della Crudeltà verso gli Animali (ASPCA) si congratula con Applegate per il suo impegno volto a migliorare ulteriormente il benessere dei polli della sua catena di approvvigionamento“, ha detto Nancy Roulston, direttore del Programma per il benessere animale in azienda di ASPCA “Applegate è il primo marchio di vendita al dettaglio che affronta il benessere dei polli da carne in ogni fase della loro vita in maniera così radicale, e speriamo che altre marche seguiranno il esempio, nel perseguire il miglioramento continuo e la trasparenza delle norme di benessere che gli animali meritano, così come lo meritano i consumatori attenti a questi aspetti”.

Applegate è stata una voce importante nello sviluppo di un sistema di produzione di carne migliore e più umano negli Stati Uniti” ha continuato Lykken “Abbiamo aperto la strada alla creazione di una domanda di carne allevata senza antibiotici, che ora altri stanno emulando, e speriamo di fare lo stesso per gli aspetti che richiedono maggiori livelli di benessere degli animali. Un trattamento più umano degli animali dovrebbe essere la regola, non l’eccezione“.

Fonte The Poultry Site