Anno positivo per le esportazioni brasiliane di pollo

Malgrado il lieve calo registrato a novembre, anche quest’anno le esportazioni brasiliane di pollo sono in crescita.

Secondo i dati compilati dalla Associazione Brasiliana di proteine animali (ABPA), tra gennaio e novembre di quest’anno le esportazioni hanno raggiunto i 4.022 milioni di tonnellate, vale a dire il 3% in più rispetto ai primi undici mesi del 2015 (3.904 milioni di tonnellate).

Ma lo scorso mese di novembre, le 328mila tonnellate esportate, hanno di fatto segnato un calo, rispetto a novembre 2015, del 15,5%.
La contrazione dei volumi spediti negli ultimi due mesi deriva, tra l’altro, dal rallentamento della produzione brasiliana, causata della crisi dei mercati di ingresso sperimentata nel 2016. Il settore agroalimentare brasiliano sta bilanciando l’offerta sul mercato domestico e su quello estero” ha spiegato Francisco Turra, amministratore delegato di ABPA.

In termini di valore le esportazioni di novembre hanno fruttato 528,8 milioni di dollari, il 12,8% in meno rispetto allo stesso mese del 2015. Cumulativamente la riduzione annuale è stata del 4,4%. Il guadagno totale dei primi 11 mesi del 2016 è stato pari a 6,275 miliardi di dollari, rispetto ai 6,567 miliardi dello stesso periodo 2015.

Novembre ha avuto le stesse caratteristiche di ottobre. Abbiamo assistito a un adeguamento dei mercati, in particolare quelli asiativi, e alla sospensione dell’autorizzazione nei confronti di cinque impianti brasiliani che esportavano verso la Cina” conclude Ricardo Santin, vice presidente di ABPA.

Fonte The Poultry Site