Al via la seconda edizione del premio “Avicoltore dell’anno”

Ha preso il via il questi giorni la seconda edizione del premio “Avicoltore dell’anno”, dedicato ai migliori allevatori italiani di pollo e tacchino. Il riconoscimento, promosso da Unaitalia premia le più virtuose pratiche di allevamento e mira a valorizzare il ruolo degli allevatori italiani, i veri protagonisti di un percorso produttivo capace di offrire prodotti sempre più rispondenti alle esigenze dei consumatori.

L’avicoltura italiana è un modello per la zootecnia nazionale” ha commentato Lara Sanfrancesco, Direttore di Unaitalia “Attraverso questo riconoscimento intendiamo valorizzare l’ambizioso e ampio percorso che il settore ha avviato già da alcuni anni, con  il quale puntiamo a sensibilizzare i nostri avicoltori ad adottare pratiche di allevamento sempre più virtuose. Raccontiamo il nostro impegno attraverso un premio dedicato proprio ai suoi protagonisti: gli allevatori. Siamo soddisfatti del cammino svolto finora ma consapevoli che molto ancora si può fare”.

Con 18.500 allevamenti, di cui 6.400 professionali, che impiegano 38.500 addetti e un fatturato di 5,4 miliardi di euro, la filiera avicola italiana rappresenta un modello per la zootecnia nazionale. Parliamo di un’eccellenza tutta Italiana: nel nostro Paese, infatti, viene prodotto il 103,6% delle carni di pollo consumate a livello nazionale, addirittura il 121,3% delle carni di tacchino. E gli italiani si dimostrano sempre più amanti del pollo, tanto che nel 2017 il consumo pro-capite è salito a 15,48 Kg (+0,7% rispetto all’anno precedente).

Per partecipare ogni allevatore dovrà raccontare una “storia di pratica virtuosa” di allevamento legata ad una di queste aree: benessere degli animali, innovazione tecnologica e sostenibilità ambientale. A valutare le cinque storie più significative sarà una giuria di esperti composta da Lara Sanfrancesco, Franca Braga, Vice Segretario Generale di Altroconsumo e Maria Caramelli, Direttore Generale dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale di Piemonte, Liguria e Valle D’Aosta.

In palio un voucher dal valore di 1.000 euro per accedere ad un corso di formazione specialistico o per adottare ulteriori miglioramenti nel proprio allevamento.

Commenta Franca Braga, Vice Segretario Generale di Altroconsumo, l’organizzazione indipendente di consumatori più diffusa in Italia con 370mila soci: “Essere vicini e sinergici con il mondo della produzione che pone al centro della propria attività il consumatore è una priorità per noi di Altroconsumo. In un mercato maturo si lavora insieme per premiare le eccellenze e promuovere modelli positivi per il consumatore e per il mercato”.

Il premio è aperto a tutti gli allevatori avicoli delle aziende associate Unaitalia ed è possibile inviare la propria candidatura fino al 18 maggio, on line su www.unaitalia-premio-allevatori.it.

La proclamazione dei vincitori del concorso avverrà a Roma il 14 Giugno 2018, in occasione dell’Assemblea Annuale Unaitalia.