Aggiornate le misure di protezione contro la peste suina africana nei paesi dell’Est Europa

Sulla Gazzetta ufficiale europea L 172 è stata pubblicata la Decisione di esecuzione (Ue) 2017/1196 della Commissione del 3 luglio 2017 che modifica la decisione di esecuzione 2014/709/UE recante misure di protezione contro la peste suina africana in taluni Stati membri.

Nel maggio 2017 pochi casi di peste suina africana nei cinghiali sono stati osservati nel comune (novads) di Tukuma e in alcune zone del comune (novads) di Ventspils, in Lettonia, zona attualmente elencata nella parte II dell’allegato della decisione di esecuzione 2014/709/UE e in prossimità di zone attualmente elencate nella parte I di tale allegato. Il verificarsi di tali casi costituisce un aumento del livello di rischio che va preso in considerazione. Di conseguenza, le zone della Lettonia interessate dovrebbero ora essere elencate nella parte II, anziché nella parte I, di detto allegato.

Il rischio di diffusione della peste suina africana nella fauna selvatica è collegato alla naturale lenta propagazione nella popolazione di cinghiali come pure alle attività antropiche, come documentato dalle relazioni scientifiche elaborate dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare. Al fine di tenere conto degli eventi epidemiologici nell’Unione verificatisi dal 2014 in relazione a tale malattia e per far fronte ai rischi posti dalla peste suina africana nonché all’esigenza di operare in modo proattivo nel definire le zone da includere nell’allegato della decisione di esecuzione 2014/709/UE, per quanto riguarda le voci relative a Lettonia, Lituania e Polonia dovrebbero essere incluse nella parte I dell’allegato zone a rischio più elevato di dimensioni sufficienti intorno alle zone elencate nelle parti II e III dello stesso.

Tali zone di nuova inclusione dovrebbero tenere conto della stagionalità della malattia nella regione e dovrebbero essere riviste dalla Commissione nell’ottobre 2017, quando il rischio di diffusione verrà sottoposto a nuova valutazione in base all’evoluzione della situazione epidemiologica.

L’evoluzione dell’attuale situazione epidemiologica nell’Unione per quanto riguarda la peste suina africana dovrebbe essere tenuta in considerazione nella valutazione del rischio rappresentato dalla situazione zoosanitaria in relazione a tale malattia in Lettonia, Lituania e Polonia.  Affinché le misure di protezione possano essere mirate e per prevenire l’ulteriore propagazione della peste suina africana nonché inutili perturbazioni degli scambi all’interno dell’Unione ed evitare che paesi terzi introducano ostacoli non giustificati agli scambi, è quindi modificato l’elenco dell’Unione delle zone soggette alle misure di protezione di cui alla parte I dell’allegato della decisione di esecuzione 2014/709/UE al fine di tenere conto della situazione zoosanitaria relativa a tale malattia in questi tre Stati membri.