L’attività minima della 6-fitasi prodotta da Aspergillus oryzae

Sulla Gazzetta ufficiale europea L 289 del 25 ottobre 2016 è stato pubblicato il Regolamento di esecuzione (UE) 2016/1881 della Commissione, del 24 ottobre 2016, che modifica il regolamento di esecuzione (UE) n. 837/2012 per quanto riguarda l’attività minima della 6-fitasi prodotta da Aspergillus oryzae (DSM 22594) come additivo per mangimi destinati a scrofe (titolare dell’autorizzazione DSM Nutritional Products Ltd).

il titolare dell’autorizzazione ha proposto di modificare i termini dell’autorizzazione dell’additivo in questione mediante la riduzione dell’attività minima da 1 000 FYT/kg di alimento per animali completo a 500 FYT per le scrofe. Nel suo parere del 26 gennaio 2016 l’Efsa ha concluso che il dosaggio proposto è efficace nel migliorare la digeribilità apparente del fosforo fecale all’attività minima di 500 FYT/kg di alimento per animali completo. La riduzione del dosaggio proposta per le scrofe non comporterebbe una modifica delle precedenti conclusioni circa la sicurezza per le scrofe, i consumatori, gli utilizzatori e l’ambiente. L’Autorità ha concluso che l’additivo è sicuro per le scrofe, i consumatori e l’ambiente; non è irritante per la pelle o gli occhi, ma andrebbe considerato un sensibilizzante della pelle. L’Autorità ritiene che non siano necessarie prescrizioni specifiche per il monitoraggio successivo all’immissione sul mercato.

Per questi motivi l’allegato del regolamento di esecuzione (UE) n. 837/2012 è sostituito dal testo dell’allegato del presente regolamento, che entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.