L’anagrafe informatizzata delle aziende zootecniche

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 89 del 17 aprile 2018 è stato pubblicato il Decreto del Ministero della Salute 2 marzo 2018  recante le “Modalità operative di funzionamento dell’anagrafe informatizzata delle aziende dei lagomorfi d’allevamento e di animali di altre specie”.

Le principali finalità dell’anagrafe sono: tutela economico-sanitaria e valorizzazione del patrimonio zootecnico; supporto nella trasmissione di informazioni sullo stato sanitario delle aziende e degli allevamenti; tutela del consumatore.

Sono responsabili del funzionamento dell’anagrafe, ciascuno per le proprie competenze e modalità operative: il detentore degli animali, che ha l’obbligo di registrare in BDN, direttamente o tramite delegato, le informazioni aggiornate sulle aziende e sulle movimentazioni; i responsabili degli stabilimenti di macellazione, che hanno l’obbligo di registrare in BDN, direttamente o tramite delegato, le informazioni sugli animali macellati presso gli stabilimenti di loro competenza; i Servizi veterinari delle aziende sanitarie locali, che effettuano la vigilanza ed il controllo per garantire il rispetto dell’applicazione del presente decreto e registrano in BDN i mercati, le fiere e le esposizioni presenti sul territorio di propria competenza; il Centro servizi nazionale (CSN), costituito presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise, che elabora e gestisce il sistema informatizzato della BDN; il Ministero della salute, che organizza a livello centrale il sistema informatizzato della BDN, coordina le attività dei Servizi veterinari locali.

Le informazioni registrate in BDN hanno valore ufficiale e garantiscono trasparenza e visibilità del patrimonio zootecnico nazionale.