Estesa l’autorizzazione di un preparato per mangimi

Sulla Gazzetta ufficiale europea L 267 del 18 ottobre 2017 è stato pubblicato il Regolamento di esecuzione (UE) 2017/1896 della Commissione, del 17 ottobre 2017, relativo all’autorizzazione di un preparato di endo-1,3(4)-beta-glucanasi (EC 3.2.1.6) ed endo-1,4-beta-xilanasi (EC 3.2.1.8) prodotto da Aspergillus niger (NRRL 25541) come additivo per mangimi destinati a polli da ingrasso, galline ovaiole, suini da ingrasso, specie avicole minori e specie suine minori da ingrasso e che modifica il regolamento (CE) n. 255/2005 e abroga il regolamento (CE) n. 668/2003 (titolare dell’autorizzazione Andrés Pintaluba SA)

E’ stata presentata una domanda di rivalutazione del preparato oggetto del Regolamento come additivo per mangimi destinati a polli da ingrasso e a galline ovaiole e di autorizzazione del suo utilizzo per suini da ingrasso e specie avicole e suine minori e di classificazione di tale additivo nella categoria “additivi zootecnici”. Nei suoi pareri L’Efsa ha concluso che, alle condizioni d’uso proposte, il preparato  non ha effetti nocivi sulla salute degli animali, sulla salute umana o sull’ambiente e che il suo uso è potenzialmente efficace per migliorare i parametri zootecnici nei polli da ingrasso, nelle galline ovaiole e nei suini da ingrasso. L’Autorità ha inoltre rilevato che la modalità di azione degli enzimi presenti nell’additivo possa essere considerata simile nelle specie avicole e suine minori e che pertanto le conclusioni sull’efficacia nei polli da ingrasso, nelle galline ovaiole e nei suini da ingrasso possano essere estese per estrapolazione alle specie avicole minori e alle specie suine minori da ingrasso.

Pertanto il preparato di cui all’allegato è autorizzato come additivo destinato all’alimentazione animale alle condizioni stabilite in tale allegato. Nell’allegato II del regolamento (CE) n. 255/2005, la voce E 1601 relativa a “Endo-1,3(4)-beta-glucanasi EC 3.2.1.6” ed “Endo-1,4-beta-xilanasi EC 3.2.1.8” è soppressa. e viene abrogato il regolamento (CE) n. 668/2003.

Il preparato e i mangimi contenenti tale preparato, prodotti ed etichettati prima del 7 maggio 2018 in conformità delle norme applicabili prima del 7 novembre 2017, possono continuare a essere immessi sul mercato e utilizzati fino a esaurimento delle scorte.

Il presente regolamento entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.