Le misure di protezione contro la peste suina africana estese alla Moldova

Sulla Gazzetta ufficiale europea L 261 di mercoledì 11 ottobre 2017 è stata pubblicata la Decisione di esecuzione (UE) 2017/1839 della Commissione, del 9 ottobre 2017, che modifica la decisione di esecuzione 2013/426/UE relativa a misure dirette a impedire l’introduzione nell’Unione del virus della peste suina africana da taluni paesi terzi o dalle parti del territorio dei paesi terzi in cui la presenza di tale malattia è confermata e che abroga la decisione 2011/78/UE [notificata con il numero C(2017) 6672]

Data la situazione della peste suina africana in Russia e in Bielorussia, la Commissione ha adottato la decisione di esecuzione 2013/426/UE recante misure che prevedono, tra l’altro, un’adeguata pulizia e disinfezione dei “veicoli per bestiame” che hanno trasportato animali vivi e che entrano nell’Unione da questi due paesi. Le stesse misure sono state estese all’Ucraina. A seguito delle recenti notifiche di focolai di peste suina africana in Moldova, le misure vigenti in materia di pulizia e disinfezione di cui alla decisione di esecuzione 2013/426/UE dovrebbero essere estese anche ai veicoli che entrano nell’Unione dalla Moldova.

Pertanto in base all’articolo 1 del regolamento in esame nell’allegato I della decisione di esecuzione 2013/426/UE, la parola “Moldova” è aggiunta dopo la parola “Bielorussia”.