Modificate le misure contro l’influenza aviaria in Europa

Sulla Gazzetta ufficiale europea L 164 del 27 giugno 2017 è stata pubblicata la Decisione di esecuzione (UE) 2017/1139 della Commissione, del 23 giugno 2017, che modifica l’allegato della decisione di esecuzione (UE) 2017/247 relativa a misure di protezione contro i focolai di influenza aviaria ad alta patogenicità in alcuni Stati membri [notificata con il numero C(2017) 4450].

La situazione complessiva dell’influenza aviaria ad alta patogenicità nell’Unione è in costante miglioramento. Dalla data dell’ultima modifica apportata alla decisione di esecuzione (UE) 2017/247 con la decisione di esecuzione (UE) 2017/977 solo il Belgio ha rilevato nuovi focolai di influenza aviaria ad alta patogenicità del sottotipo H5N8 in aziende di volatili in cattività. Tale paese ha adottato le misure necessarie prescritte dalla direttiva 2005/94/CE, comprendenti l’istituzione di zone di protezione e sorveglianza attorno alle aziende infette. Per quanto riguarda gli altri focolai comparsi in Belgio in piccole aziende non commerciali, l’autorità competente ha concesso una deroga alle disposizioni relative all’introduzione di zone.

Anche la Francia ha istituito una zona di sorveglianza conformemente alla direttiva 2005/94/CE a seguito dei recenti focolai confermati in Belgio in aziende di volatili in cattività al confine con la Francia.

La Commissione ha esaminato le misure adottate da Belgio e Francia e ha accertato che i confini delle zone di protezione e sorveglianza istituite si trovano a una distanza sufficiente dalle aziende in cui è stata confermata la presenza di un focolaio di influenza aviaria ad alta patogenicità del sottotipo H5 e che la deroga alle disposizioni relative all’introduzione di zone concessa dall’autorità competente del Belgio è stata effettuata in conformità alle prescrizioni della direttiva 2005/94/CE.

Pertanto l’allegato della decisione di esecuzione (UE) 2017/247 è modificato in conformità all’allegato della presente decisione.